L’anniversario dei 10 anni, l’osteopata e il colpo di fulmine

Ragazzi, quest’estate ci sarà da festeggiare. Quest’estate, a dispetto del coprifuoco, delle restrizioni imposte, dell’Italia divisa a zone colorate, organizzerò una festa come non se ne vedono da tempo! Sarà un tripudio di colori per gli occhi, di suoni stupendi per le orecchie e di gusti incredibili per solleticare il palato! Tutti i sensi coinvolti, nessuno escluso. Di cosa sto parlando? Quest’estate, saranno 10 ANNI! 10 anni di NOI! IO E TE! Sarà il nostro primo grande anniversario! So che le dimostrazioni troppo esplicite ti imbarazzano e per questo non sono solita spiattellare la mia vita più intima ai quattro venti. Ma, ehi, 10 anni sono tanti, e come tali vanno celebrati! Si tratta di una data importante e ricca di significato. Una data da non dimenticare. Nonostante le difficoltà delle sale ricevimenti, delle strutture alberghiere e dei ristoranti – tutti sovraffollati di code per prenotazioni risalenti agli eventi rimandati – ho deciso di impegnarmi e smuovere mari e monti per ricordare una giornata così speciale e so che anche tu ci metterai del tuo.

Grotte di Ripalta, Bisceglie (Bt), 2021

Da quanto ci conosciamo, io e te?! Una vita ormai! E piano piano, anche noi – tra tira e molla, litigate furibonde e dolci riconciliazioni – siamo arrivati alle nozze d’alluminio! Chi l’avrebbe mai detto che quel giorno d’estate ci saremmo incontrati per la prima volta? Galeotto fu quel viaggio in barca in giro per la Croazia. Nessuno dei due si aspettava che quei meravigliosi incontri fortuiti sotto le numerose stelle cadenti, illuminati solo dal chiaro di luna, sarebbero stati forieri di una scintilla che non si è mai più spenta. Qualcuno sostiene che è proprio questo a rendere il momento tanto speciale. Sembrava accadesse solo nei film, invece siamo la prova vivente che i colpi di fulmine esistono. Lo ricordo come fosse ieri: fu amore a primo lampo! Ma chi non gode di questo rapporto speciale, dalle manifestazioni violente ma che colmano i vuoti dell’esistenza, non può comprendere quanto, a lungo andare, si finisca per diventare un tutt’uno. Un corpo unico che altro non chiede se non l’eternità! Se poi penso ai compromessi, alle rinunce, alle incertezze, niente può essere paragonato al piacere di stare insieme. Imparare a danzare sulla stessa musica o scoprire insieme un ritmo nuovo. Stupirsi per uno sguardo sulla stessa luce e per quei gesti impercettibili di vita quotidiana che agli occhi dei più non sono che un granello di sabbia in mezzo al deserto, ma che risvegliano in noi emozioni da film.

10 anni, io e te! Da quando ci sei tu, DOLORE CERVICALE, vedo il mondo con occhi diversi! Tra un panno in fronte e i moment buttati giù come fossero mentine, abbiamo superato insieme, fianco a fianco, le insidie che la vita ci ha messo davanti per arrivare ai fatidici 10 anni. In tanti hanno provato a separarci. Altrettanti hanno dovuto confrontarsi con il loro insuccesso. Abbiamo avuto la fortuna di superare anche la famosa crisi dei 7 anni. Eh sì, perché, un po’ indispettita dal rapporto con il mio dolore cervicale – ormai onnipresente – 3 anni fa mi sono affidata alle cure premurose di un osteopata: per diverso tempo il dolore è scomparso. Ho potuto recuperare uno spazio tutto per me, riprendere la mia vita in mano e ripartire da dove mi ero arenata poco prima di conoscere gli effetti dell’infiammazione alla nuca.

Porto di Bisceglie (Bt), 2021

Ma il dolore cervicale, ingelosito dall’interesse che il dolce primario di osteopatia aveva mostrato nei miei riguardi, non ha permesso una separazione così lunga. Non appena il professionista ha lasciato intendere che si sarebbe fatto carico di me, seguendomi quotidianamente e mettendo in piedi un programma studiato ad hoc, il male si è profuso in scuse, ha impiegato tutti i suoi sforzi per tornare alla carica, più lancinante che mai. Soprattutto con il risveglio della primavera e quel binomio perfetto tra sole pieno e ombra improvvisa mista alle prime folate di vento – quelle che ti azzoppano dietro il cozzetto senza che te ne accorgi – lui si è dimostrato sempre presente. Così, a lungo andare, ho finito per soccombere alle sue lusinghe ed eccoci arrivati! Sono qui a raccontare dei nostri 10 anni insieme! Anni pieni di confezioni di Moment, bende sugli occhi e borse dell’acqua calda dietro la nuca. Evviva noi, evviva io e te, dolore cervicale!

#tuttacolpadimurphy #ecciao

12 pensieri riguardo “L’anniversario dei 10 anni, l’osteopata e il colpo di fulmine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...