L’Eden pugliese, l’animatore e la sabbia di Punta Prosciutto

In questi giorni ho scoperto una cosa sensazionale che vorrei condividere con voi. Se la mia domenica è stata fantastica, di quelle che ti mettono in pace con il mondo, nessuna settimana di merda potrà cambiare questo mio stato di pace interiore. Eccerto! Se nel fine settimana sei stato al settimo cielo, tutto il resto ti sembrerà affrontabile, addirittura facile, anche l’inferno del lunedì mattina.

Domenica mi sono ritrovata nella Terra Promessa, l’Eden pugliese per eccellenza – difficile stillare una classifica dei Best Five paradisi pugliesi, ma questo è senza dubbio ai primi posti – ossia Punta Prosciutto. Certo, bisogna dimenticare la levataccia all’alba e le due ore e mezza di strada per arrivarci, ma cosa sono due ore di strada per il paradiso, se non un apostrofo blu tra le parole “Ho bisogno” e ” di una vacanza”?! Questa è una frase?! Beh, dettagli! Come anticipavo, il tempo era perfetto: una brezza gentile ad accoglierci e quel sole a volte mascherato dalle nuvole. Insomma, il clima ideale per un’ustione in pieno stile codice rosso. Soprattutto quando hai dimenticato la crema protettiva e questa è solo la terza esposizione al sole della stagione.

Punta Prosciutto

Ustione a parte, di Punta Prosciutto porterò per sempre con me il ricordo del mare cristallino e della sabbia – onnipresente, dorata, farinosa, appiccicosa – , tanta sabbia. C’era sabbia ovunque: sul costume, sotto il costume, sulla pelle, nei capelli, nella borsa da mare, nella borsa frigo sul collo delle bottiglie in fresco, sulla focaccia e nell’insalata di riso.

Ma, a seguito del fine settimana appena trascorso, diverse sono le domande che attanagliano la mia mente e per le quali non ho ancora trovato risposta. Ve le butto qui a casaccio, sperando che qualcuno mi dia qualche risposta.

  • Per quale motivo vengono regalate pistole ad acqua ai bambini se poi a giocarci in spiaggia sono i loro padri?! Non potrebbero prendere il coraggio a due mani e comprarle direttamente per loro?!
  • Chi ha dato ai giovanissimi il permesso di portare in spiaggia le radioline che emettono solo musica di dubbia qualità?! Posso far mandare a questo genio del male una lettera dall’avvocato?!
  • Come possono intere famiglie allestire un gazebo direttamente in spiaggia per ripararsi dal sole e pranzare a tavola – monopolizzando metà della spiaggia – senza pagare l’IMU?!
  • Da quando adolescenti e preadolescenti non approfittano del mare per farsi scherzi in acqua?! Da quando preferiscono rimanere sotto il sole cocente delle 14:00, agganciati ai loro preziosissimi cellulari?!
  • Quand’è che hanno inventato l’animatore da spiaggia con il suo prezioso “E un dù tre quatt’ cinq’ sè sett’e ott…”?!
  • Perché ogni volta che torno al mio asciugamano dopo una bella nuotata mi trasformo in una cotoletta impanata, mentre gli altri rimangono perfettamente puliti e asciutti?!
  • Perché alla fine di ogni estate dico che devo comprare le scarpe da scoglio per poter fare i tuffi e poi puntualmente me ne dimentico e scrocco le scarpe numero 43 ai miei amici maschi?!
  • Quando si decideranno ad inventare lo sputatore per maschere che si appannano sott’acqua appositamente concepito per quelli a cui sputare fa schifo?!
  • Com’è possibile che tra diecimila ombrelloni, quello che vola via per il troppo vento e si va a schiantare sulla schiena del signore che sembra uscito di galera il giorno prima, è quello dei tuoi amici?!
  • Quando smetteremo di aver paura del “Qui è caldo: qualcuno c’ha pisciato!”?!
Flamingo in Punta Prosciutto

Ecco, questo sono solo alcune delle domande senza risposta per le quali richiederei un contributo urgente! Risp presto, per favore!

#tuttacolpadimurphy #ecciao

10 pensieri riguardo “L’Eden pugliese, l’animatore e la sabbia di Punta Prosciutto

      1. Immagino possano essere un tantinello fastidiosi, ma debbo dire che nella spiaggia dove andiamo (stabilimento sulla costa a sud di Roma, verso Lavinio) non ci sono soggetti simili 😅

  1. Un paradiso terrestre che si chiama Punta Prosciutto è già di per sé una metafora, quindi qualsiasi cosa vi accada non ha una reale spiegazione. Insomma, alle tue domande non vi è risposta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...